Classe terza C

domenica 27 marzo 2016

Avete fatto centro: mi avete commossa!

Ebbene si, miei carissimi alunni, ci siete riusciti!!! 
Mi sono commossa: non mi aspettavo una tale sorpresa.
Apprezzo poco i regali di rito e non faccio altro che dirlo: troppe volte sono formali, frutto di convenzione più che di convinzione.
Al contrario, mi entusiasmo per le personalizzazioni che evidenziano sempre sentimenti autentici e doni di cuore.
Oggi questo ho ricevuto da voi.
Ho aperto il vostro uovo a tavola a fine pranzo, quando già lo spumante iniziava a farmi avvertire i suoi micidiali effetti e subito mi sono ridestata...


Ho aperto l'uovo ed è uscito un piccolo involucro con la scritta " regalo in argento" ed un altro più grande con tanti foglietti arrotolati.


Ho aperto per primo il piccolo ed è uscito un bellissimo bracciale che ho subito messo per mostrarvelo in foto, come mi avete chiesto.


Dopo ho aperto il secondo e sono usciti fuori i vostri bigliettini, affettuosi più che mai. 

Ha sintetizzato bene Leila l'effetto ricevuto: vi ho sentiti tutti presenti!
E' stato come avervi tutti a tavola con me.


E mentre Fabiano, mio nipote, li srotolava, uno a uno, per non lasciarne indietro nessuno, io li leggevo ad alta voce. 
Ho voluto così condividere la mia gioia con i miei familiari, presenti a tavola.



Ogni biglietto mi parlava di voi: siete stati affettuosi e originali. 


Che dirvi! La vera Pasqua è questa e voi mi avete aiutata a sentirla e a viverla con gioia.
Come potrei non apprezzarvi! 
La sorpresa più gradita ovviamente è stata proprio la vostra. 
Quante frasi belle mi avete scritto ed erano anche abbastanza corrette!!!
Vi ringrazio tutti, genitori compresi, augurandovi che lo spirito della Pasqua dimori sempre in noi e ci guidi nel cammino della nostra vita, conservandoci sinceri, autentici, originali e sempre gioiosi.

La vostra maestra Anna

Nessun commento:

Vico Equense: zoom sulla città