Classe terza C

giovedì 18 gennaio 2018

In matematica... vi boccerò tutti.

Ieri, avete provato ad emozionarmi e mi guardavate negli occhi per vedere spuntare la lacrimuccia: ho resistito per farvi dispetto, ma poi mi sono arresa e voi ve ne siete accorti. 
E ora sto qui a ringraziarvi, alunni e genitori insieme, per quest'altro bel momento che mi avete fatto vivere.
Vi avevo visto, già nei giorni scorsi, complottare e avevo capito che stavate organizzando qualcosa per me... in occasione del mio compleanno, come avete sempre fatto, ma non mi aspettavo una festa così curata, anche nei piccoli dettagli, e senza chiedermi l'autorizzazione (l'accedi-gas, in particolare, mi ha fatto sbellicare dalle risate).
Ogni anno riuscite a sorprendermi con queste vostre originali iniziative, con la vostra creatività, con la vostra allegria e con il vostro entusiasmo.
Ammetto che ci sono cascata in pieno e ho creduto al malore di Asia: era seria e sembrava che davvero stesse male. Ho concesso l'intervallo, su sua richiesta, e l'ho lasciata uscire. Solo quando tutti voi altri mi avete invitata a lasciarvi soli in classe e a uscire fuori dall'aula, ho capito che il malore era solo un'invenzione... un semplice espediente per aver il tempo di prepararmi la sorpresa. 
In un attimo siete riusciti a coinvolgere tutti, bidelli compresi, e a trasmetterci la gioia della festa. 
Un coro così ben assortito non l'avevo mai visto!!!
Mi sono commossa davvero. Vi ho tanto apprezzato nel canto e negli auguri che mi avete fatto, ma non vi perdono lo "sgarro" sulla torta e perciò vi boccerò tutti in matematica. 
Vi avevo detto che festeggiavo 18 anni e voi avete contestato il mio esatto conteggio!!! E poi, non soddisfatti,  avete anche più che triplicato gli anni che così da 18 sono diventati 59.  Come posso perdonarvi!!!

























Nessun commento:

Vico Equense: zoom sulla città