Classe terza C

martedì 26 maggio 2009

Una giornata a contatto diretto con la natura

Carissimi alunni, dopo aver trascorso con voi questa divertente giornata didattica, voglio farne un breve riepilogo attraverso le foto digitali che ho scattato durante il percorso. Ovviamente ometterò la pubblicazione delle vostre foto per garantirvi la privacy.
Iniziamo da ciò che, a vostro dire, vi è piaciuto di più e cioè dalla guida che vi ha parlato del mondo agricolo divertendovi tanto. Più che una guida esperta in agronomia lui è stato un vero e proprio animatore.
Vi ricordate di quando è salito sull’albero di noci per mostrarvene le caratteristiche?



Poco lontano da lui, c’era un contadino che, indifferente al caldo del giorno, zappettava il terreno per piantare i pali per un nuovo vigneto.



Avete osservato, su invito di Pier Paolo, alcuni prodotti agricoli come la pianta di patata che, estirpata dal terreno, mostrava i suoi tuberi, per quanto fossero ancora piccoli.





C’erano anche delle piante di zucchine, come quella che ho fotografato.



Più in là, presso il “limite” del terreno, si ergeva l’albero che personalmente mi ha attratto di più: l’albero delle ciliegie. Come avrei voluto raccoglierle per mangiarmele! Ma erano ancora acerbe.



È stato interessante conoscere gli attrezzi agricoli che i contadini usano per coltivare i loro terreni.

Avete osservato da vicino il Trattore, la Carriola, la Vanga, la Zappetta e la Zappa, il Piccone, ma anche il Forcone e la macchina utilizzata per tagliare l’erba.

Vi ho visto molto coinvolti nel reparto “animali da cortile”.
Tutti siete entrati, senza alcun timore, nel pollaio e nella conigliera: avete toccato e osservato da vicino galline e conigli.

<

Avete visto quante uova c’erano nel paniere all’interno del pollaio?



E che dire dei colori della natura! C’erano tanti fiori di diverso colore e di diverso profumo, ma tutti di una bellezza straordinaria.

I papaveri rossi vivacizzavano il verde prato arricchito dalle spighe erbose.



Il lungo cortile era rallegrato dai gerani variopinti.

È lì che avete mangiato le pizze, godendovi la bellezza dei fiori e respirando l’aria di campagna che, a dire la verità, non era per niente fresca.

Quanta acqua abbiamo bevuto!!! Soprattutto dopo la sfrenata corsa sotto il sole nel campo dei papaveri. Lì avete provato ad acchiappare la vostra maestra, ma senza successo: lei è stata molto più veloce di voi, ma anche molto più imprudente.

Dopo siamo andati tutti insieme nelle giostrine per bambini e lì vi siete sfrenati ancora di più tra lo scivolo, le altalene, le ochette molleggianti e i sedili rotanti. Peccato che non possono fare vedere le foto con le gioiose espressioni dei vostri volti sudati e delle vostre teste scapigliate!

Dopo pranzo avete lavorato il pane e vi siete impastati le mani di farina.



E in meno che non si dica il pane infornato è stato cotto ed è stata data ad ognuno di voi la propria “Pagnotta”. Com’era buona! La mia l’ho portata a casa e l’ho fatta assaggiare ai miei familiari.



Al frantoio di Montechiaro non ho scattato foto: ero troppo stanca e non avevo il coraggio di guardare come vi eravate ridotti.
I pantaloni di un vostro compagno possano raccontare i fatti meglio di me. Guardate la foto: si commenta da sola.



Comunque, grazie a voi tutti e a tutti coloro che hanno partecipato a quest’iniziativa permettendoci di vivere questa altra bellissima esperienza didattica, degna di essere annotata nel nostro virtuale diario di bordo.

Grazie di cuore.









Gli alunni delle classi prime hanno ricordato quest'esperienza vissuta con il disegno e hanno elaborato veri e propri quadretti artistici che per motivi tecnici non possiamo pubblicare. Ne abbiamo scelto, come campionatura, solamente tre che ben testimoniano la valenza emotiva e apprenditiva di questa giornata didattica.



















Visita all'agriturismo "Villa Chiara"
27 Maggio 2009


PROGRAMMA:

VISITA DIDATTICA: lunedì 25 Maggio
VILLA CHIARA E ANTICO FRANTOIO DI SEIANO -VICO EQUENSE-


Il team dei docenti delle classi prime, sezioni A,B,C e D, a fine anno scolastico, per convalidare lo spirito didattico che ha informato la propria azione educativa, ha deciso all'unanimità, di organizzare una visita didattica nell'agriturismo "Villa Chiara" di Pacognano per permettere agli alunni il contatto diretto con molti elementi naturali (esseri viventi e non) studiati in classe durante le lezioni di Scienze e favorire una verifica in campo delle conoscenze acquisite. Qui i piccoli allievi sperimenteranno alcuni aspetti della vita colonica: parteciperanno alla raccolta di prodotti agricoli della stagione e alla loro "pulitura" prima di essere conservati o cucinati; faranno il pane e lo assaggeranno, a fine cottura; prepareranno la nota pizza napoletana e la gusteranno; visiteranno gli animali della fattoria e ne seguiranno le presentazioni fatte dai proprietari.
Le insegnanti poi, a conclusione del Concorso indetto dalla Cyprea, riferito all'ulivo, hanno previsto anche un'escursione formativa nella zona di Montechiaro per visitare l'antico frantoio del luogo: qui li attenderà un esperto che spiegherà ai piccoli scolari il procedimento della trasformazione delle olive in olio e illustrerà le caratteristiche tecniche dei macchinari necessari per tale operazione.
i bambini così potranno verificare l'importanza delle conoscenze acquisite in un clima di sperimentazione dinamica e piacevole.
Con questo piano organizzativo i docenti intendono promuovere nei loro piccoli scolaretti l'amore per la Cultura nonchè instillare nelle loro piccole menti i germi della curiosità, della ricerca-azione e dell'approfondimento dei saperi intesi come conoscenze che arricchiscono e valorizzano il loro essere "persone intelligenti" in continua crescita.
La quota di partecipazione è di euro 14.00 per ogni alunno ed essa dovrà essere consegnata direttamente ai genitori referenti delle classi che dovranno gestirla in autonomia pagando il mezzo di trasporto degli alunni e il costo dell'itinerario guidato (pranzo compreso) ai gestori accoglienti.
I genitori delle prime C e D possono far riferimento per ulteriori chiarimenti a Giulia Battello che è sempre presente nel suo negozio "sul canale", a Vico Equense.
Si partirà dalla scuola alle ore 9.00 e il rientro è previsto per le 15,30. Ogni bambino dovrà essere munito di un cappello e di uno zainetto contenente perlomeno una bottiglietta d'acqua, un pacchetto di fazzoletti e una merendina.
Il team dei docenti ringrazia tutti i genitori per la collaborazione.

Nessun commento:

Vico Equense: zoom sulla città