Classe terza C

martedì 31 marzo 2020

Didattica a distanza (21)

Buongiorno miei prodi!!!


Ieri, in riunione, mi avete deliziata con il vostro interesse per la suddivisione delle sillabe tanto che oggi voglio ritornare sull'argomento.
Come ho spiegato a Michela, anche se con tanta difficoltà visto il frastuono che la piattaforma ci restituisce in termine di rumori dei microfoni, capire la differenza tra dittongo e iato è solo questione di orecchio: dobbiamo pronunciare ad alta voce la parola che li contiene per vedere se pronunciamo le due vocali con una sola emissione di voce tanto che sembrano strettamente unite oppure se le pronunciamo con suoni ben distinti. Nel primo caso abbiamo un dittongo e nell'altro un iato.
Ripeto qui la definizione di entrambi:

-Il dittongo è un gruppo di due vocali che si pronuncia con una sola emissione di voce e forma una sola sillaba.
Es. gsto, grra, guìda, friptto, fno, fre, fme dirài, càusa, nèi, nèutro, ecc.


-
Lo iato è l’unione di due o più vocali che si pronunciano con suoni distinti e che quindi non formano dittongo.
Es. paese, creatura, boato, reo, vìa, pra, pìo, riunire, biennio, triangolo.

Anche farmacia, la parola che mi ha proposto ieri Emanuele, ha un iato e difatti si suddivide così: far-ma-ci-a vale a dire che le due vocali  i e a hanno suoni distinti e quindi vanno separate.

  • Leggete ad alta voce gli esempi e sentite dal suono come nel dittongo le vocali sono unite cioè si pronunciano con una sola emissione di voce e nello iato sono separate e si pronunciano una alla volta.

Ci sono parole, come quella che voi ieri mi avete proposta e cioè star, che non vanno divise come anche qui, quo, qua  (I tre nipoti di zio Paperino)!!!!?!

Se ben vi ricordate in classe, quando abbiamo studiato le sillabe, io vi chiedevo di battere le mani sul tavolo: è un metodo un po' chiassoso, ma permette all'orecchio di sentire meglio la scansione delle sillabe.
Detto questo oggi vi farò divertire con dei giochi, come mi ha chiesto Massimo:  suddividerete parole un po' più lunghe. 
Ma vi raccomando: studiate le regole della suddivisione per evitare gli errori.

La grammatica va studiata per poi essere bene applicata e quindi le regole sono importantissime.

1° esercizio/gioco:
  • Dovete ricomporre le parole delle immagini con le sillabe e poi, prima di passare all'altra schermata scrivete le parole sul quaderno.





2° esercizio/gioco:
  • Dovete trovare le sillabe mancanti spuntando il quadratino a sinistra di quella esatta. Poi andate avanti, non prima di aver copiato la parola suddividendola anche sul quaderno.










Infine scaricate questa scheda, compilatela e inviatemela sul portale nei file della nostra classe: ve la correggerò!




E per non stancarvi non aggiungo più niente!!!

A parte i bellissimi disegni di Giorgia  e di Lorenzo che pubblico qui perché non mi sono arrivati in tempo...



Un abbraccio a voi tutti!!!

P.S. ieri nella riunione non ho capito niente: sentivo solo gridare: -maestra, maestra, maestra... quindi stasera sarò ancora con voi in diretta, sempre alla stessa ora (19-20), ma risponderò in collegamento solo a chi mi chiamerà per farmi domande di chiarimento, per chiedermi spiegazioni e/o approfondimento. Dunque preparate tante domande!!!
Rimane il fatto che con voi mi diverto sempre!!!Siete una forza!!! Siete la mia squadra!!!


Nessun commento:

Vico Equense: zoom sulla città