Classe terza C

mercoledì 15 aprile 2020

Didattica a distanza (28)

Bentornati a scuola ragazzi!!!

Si ricomincia... con meno compiti ma più studio. Siete d'accordo? Mi risponderete stasera nel solito collegamento in diretta su Teams.

Stamattina inizieremo con la lettura.
Leggeremo questa ultima parte del libro dedicata alle "Storie sfumate" che saranno sicuramente quelle che più vi piaceranno perché riguarderanno tutte il mondo della fantasia.

  • Dovete leggere il testo a pag. 108 e 109 e copiarlo in bella scrittura sul quaderno (solo il testo riportato in azzurro);
  • poi eseguite le consegne;
  • il racconto della storia deve essere fatto prima oralmente e poi scritto sul quaderno;
  • fate attenzione all'esercizio n.3 che è quello più divertente perché vi permetterà di fantasticare come volete e di inventare una storia simile o diversa da quella che avete letto.

Passiamo alla grammatica e, come vi avevo detto, ci fermeremo ad osservare un po' le parole per conoscerle meglio.
L'altra volta abbiamo visto che molte parole hanno un loro contrario. Ora vedremo come possono raggrupparsi in "famiglie" per origine e/o per concetto: in entrambi i casi si collegano tra di loro cioè stanno bene insieme.

Nel primo caso le parole derivano tutte da una parola-madre come ad esempio "acqua".
Da acqua derivano: acquedotto, acquaio, acquerello, ecc.

Nel secondo caso se prendiamo in considerazione la parola "mare" vediamo che rientrano in questa famiglia tutte le parole che riguardano il mare come ad esempio spiaggia, barca, onda, ecc.

  • Ora prendete il libro arancione a pag. 58 e dopo aver copiato la regola sul quaderno, esercitatevi con le consegne e questa sera correggeremo il tutto. 
  • Segnatevi sul libro le domande che mi volete fare su ciò che non vi è chiaro o su ciò che volete approfondire.

Infine farete la scheda operativa che vi ho inviato in classe virtuale e questa dovete rinviarmela nella cartella delle attività e non caricatela nelle chat, come molti di voi hanno fatto con precedenti compiti.
Dobbiamo mettere un po' in ordine la nostra "aula virtuale" e disciplinare di più le riunioni che incominceremo a utilizzare per la correzione dei compiti in diretta.
Purtroppo la scuola non si aprirà presto anzi, forse, rimarrà chiusa fino a fine anno e quindi dobbiamo lavorare tanto e bene per ritrovarci l'anno prossimo preparati e forti.

Coraggio, al lavoro!!!






Nessun commento:

Vico Equense: zoom sulla città